50 EURO D'ORO ITALIA

Quotazione 50 EURO D'ORO ITALIA

Id

337

PESO LORDO, PESO ORO PURO E TITOLO DI PUREZZA

Gr. 16,13 di cui gr. 14,52 di Oro Puro. Titolo 900°°°

DISPONIBILITÀ DI MAGAZZINO

No

Prezzo Offerta

- [Spread: ]

Prezzo Domanda

- [Spread: ]

Cod. Prodotto - 337

La nostra quotazione


Compriamo a

50 EURO D'ORO ITALIA


La maggior parte dei paesi che hanno adottato l'euro, oltre ai classici valori nominali, hanno coniato anche monete commemorative da collezionismo con valore nominale di 50€.
In Italia la prima moneta d’oro di questo tipo è stata emessa nel 2003.
Per ogni anno è stato prodotto un solo tipo di conio, ad eccezione del 2006, nei quali oltre alla moneta della serie Europa delle arti, è stata coniata anche una dedica ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006 (l’immagine in foto).

Il lato di testa del conio raffigura il logo ufficiale delle olimpiadi con sopra l’incisione REPUBBLICA ITALIANA e sotto la legenda torino 2006.
Alla destra del logo si trova una m, sigla dell’autore dell’opera Roberto Mauri, a sinistra è riportato il simbolo di zecca R.
Il lato inverso rappresenta un tedoforo stilizzato che corre con la torcia olimpica.
In basso troviamo l'anno di emissione (2006), il valore nominale 50 EURO e la firma dell'autrice: MOMONI.
Tutto intorno è riportata la scritta XX GIOCHI OLIMPICI INVERNALI.

Sono state portate avanti 2 serie delle 50 euro d’oro:
• Europa delle arti (2003-2010)
• Fauna nell'arte (2011-2016).

Dal 2017 la moneta non è presente nel programma delle emissioni numismatiche della zecca, al suo posto è stata introdotta una nuova serie dedicata agli Imperatori Romani del valore facciale di 10 euro.

Quella del 2003 è la prima moneta commemorativa da 50 euro coniata in Italia (la prima della serie Europa delle arti) ed è dedicata all'Austria.
Ettore Lorenzo Frapiccini, autore della moneta, ha scelto di rappresentare sul lato di testa il vascello (simbolo dell'Europa) che naviga sotto le dodici stelle dell'Unione europea, a destra è riportato il simbolo RI, a sinistra l'anno di emissione e in basso la firma E. L. Frapiccini.
Questo design sarà lo stesso per ogni moneta della serie, l’unico elemento diverso sarà l’anno di emissione.
Il lato inverso del conio cambia ogni anno a seconda del paese a cui è dedicata la moneta.
Per il 2013 è stato scelto un particolare del dipinto Le tre età della donna del pittore viennese Gustav Klimt, sotto è riportata la scritta G. KLIMT, in alto troviamo la dicitura EUROPA DELLE ARTI e a destra il simbolo della Zecca R.
Ne sono stati coniati 6000 pezzi.


                                                                                                          50Euro2003EuropadelleArtiAustria 2003 52972003

Per la seconda moneta della serie Europa delle arti (2004) è stata scelta la Danimarca ed in particolare l'opera La Notte del danese Bertel Thorvaldsen, in alto campeggia la legenda EUROPA DELLE ARTI mentre in basso troviamo il valore nominale e il simbolo di zecca R e la firma dell'autore dell'opera B. THORVALDSEN.
Ne sono stati coniati 3200 pezzi.
2004
Protagonista della serie Europa delle arti del 2005 è la Francia.
Il lato inverso del conio rappresenta la scultura Ballerina di quattordici anni 1880 (di Degas), che viene raffigurata al centro, sotto è inciso E. DEGAS e tutto intorno la scritta EUROPA DELLE ARTI.
Sulla sinistra è riportato simbolo di zecca R e a destra il valore nominale (50 EURO).
Ne sono stati coniati 2300 pezzi.

francia 2005

Per la serie Europa delle arti del 2006 è stata scelta la Grecia.
Sul lato di testa del conio è riprodotto un bassorilievo, raffigurante due cavalieri, proveniente dal fregio del Partenone di Atene.
Sotto alla riproduzione si trova il valore nominale (50 EURO), il simbolo di zecca R e a destra l'autore del bassorilievo FIDIA.
In tondo troviamo inciso EUROPA DELLE ARTI.
Ne sono stati coniati 1792 pezzi.

2006

Nel 2007 la serie è stata rappresentata dalla Norvegia e il lato di testa della moneta raffigura il celebre urlo di Edvard Munch.
Al di sotto di esso è possibile leggere il nome dell'artista (E. MUNCH) e il valore nominale 50 EURO.
A destra troviamo il simbolo di zecca R con intorno la dicitura EUROPA DELLE ARTI.
Ne sono stati coniati 2000 pezzi.

50 euro 2007 it norvegia munch

Nel 2008, con l’edizione dedicata al Portogallo, sul lato frontale del conio troviamo rappresentata La Torre di Belém con a destra il valore nominale e sotto la dicitura GOTICO MANUELINO seguita dal simbolo di zecca R e tutto intorno il titolo della serie: EUROPA DELLE ARTI.
Ne sono stati coniati 1689 pezzi.

2008

Ettore Lorenzo Frapiccini è l'autore anche di questa moneta dedicata all'arte spagnola per l’anno 2009. Il medaglista, sul lato inverso del conio, ha scelto di rappresentare il particolare delle guglie della Sagrada Família di Barcellona (opera dell'architetto Antoni Gaudí).
Sotto la cattedrale si trova il nome dell'artista A. GAUDI, il simbolo di zecca R, a sinistra è inciso il valore nominale (50 EURO) e la legenda EUROPA DELLE ARTI.

 2009

 

Nel 2010 è stata rappresentata l'Ungheria con il dipinto Rozsi Szinyei Morse del pittore Szinyei Merse, il cui nome è riportato in basso.
Sulla sinistra c'è una R (simbolo di zecca) e il valore nominale della moneta su due livelli (50 EURO). Tutto intorno la scritta EUROPA DELLE ARTI.
Di questo conio sono stati prodotti 1500 pezzi.

                                                                                                                          2010

Nel 2011, per la prima moneta dedicata alla seconda serie delle 50 euro d’oro: Fauna nell’Arte, si è scelta la Roma Antica.
Il lato anteriore del conio raffigura la testa di Roma con elmo e la scritta REPUBBLICA ITALIANA tutto intorno.
Per il lato inverso delle 50 euro è stato scelto un mosaico conservato al Museo nazionale romano, raffigurante un gatto nell'atto di catturare un volatile.
Sopra è incisa la legenda FAUNA, l'anno (2011) e il simbolo della zecca R. 
Sotto è riportato il valore nominale (50 EURO), la firma V. DE SETA e la scritta NELL'ARTE.

                                                                                                 50 euro serie Fauna nellArte 2011


L’autrice di questa moneta del 2012 è Annalisa Masini.
Il conio sul lato di testa raffigura il vecchio simbolo della Zecca di Modena (con una M gotica).
Tutto intorno troviamo la dicitura REPUBBLICA ITALIANA.
Il rovescio delle 50 euro riporta due serpenti e due leoni, un particolare relativo a un bassorilievo del protiro del Duomo di Modena.
Nella parte superiore della moneta è inciso FAUNA, l'anno di conio (2012) e il simbolo della zecca R.
In basso troviamo la firma dell'artista A.Masini, il valore nominale e la scritta NELL'ARTE.

                                                                                                  italia fauna 2012


La moneta da 50 euro del 2013, sul lato di testa riporta il Marzocco: un leone che sorregge con una zampa uno scudo il giglio fiorentino.
Tutto in torno vi è la scritta REPUBBLICA ITALIANA e in basso un piccolo giglio.
Sul lato inverso del conio è rappresentata la riproduzione di una medaglia fusa da Pisanello ritraente Gianfrancesco Gonzaga a cavallo, a destra è presente la scritta FAUNA NELL'ARTE, a sinistra, il valore nominale (50 euro) e il simbolo della Zecca (R).
In basso è inciso l'anno e la firma dell'autore V. DE SETA.

                                                                                                     Italia 50 euro Fauna Arte 2013 

 

La moneta del 2014 è dedicata allo stile Barocco ed è stata disegnata da Valerio De Seta.
Il lato di testa del conio rappresenta uno scorcio di Piazza della Minerva a Roma con l'obelisco in primo piano.
Da sinistra a destra c’è la scritta REPUBBLICA ITALIANA e in basso a destra la firma dell’autore: V. DE SETA.
Sul lato inverso della moneta è invece presente un elefante alla destra del quale è incisa la R e a sinistra l'anno di emissione.
Sotto l’animale troviamo il valore nominale del conio e in alto da sinistra a destra la scritta FAUNA NELL'ARTE.


                                                                                                                             2014


Annalisa Masini è l'autrice di questa moneta del 2015.
Sul lato di testa sono raffigurati due cani ispirati alla fontana Diana e Atteone della Reggia di Caserta, al disotto di questi la firma A. MASINI e tutto in torno la legenda REPUBBLICA ITALIANA.
Il lato inverso del conio è ispirato al quadro La Sosta di Giovanni Fattori e rappresenta due buoi di fronte ad un contadino che sta riposando.
Sopra i buoi è inciso l'anno di emissione, sotto il valore nominale e la R di Zecca.
Tutto intorno troviamo la scritta FAUNA NELL'ARTE.

                                                                                           2015

Per l’ultima edizione della serie Fauna nell’Arte (2016), è riportato il particolare della Giovane Italia Trionfante, tratto dal fregio di Giulio Aristide Sartorio dell'aula di palazzo Montecitorio.
Sopra è riportata la legenda REPUBBLICA ITALIANA e una stella a quattro punte.
Il nome dell'autore V. DE SETA (Valerio De Seta) è riportato verticalmente sul fianco sinistro della Giovane Italia.
In basso troviamo il segno di zecca (R).
Il soggetto del rovescio è sempre un particolare del fregio di Montecitorio di Sartorio: “Il cavaliere che agita i colori d'Italia”.
Al di sopra di questa figura c’è la scritta FAUNA NELL'ARTE, a destra l'anno di conio e in basso a sinistra il valore nominale, 50 EURO.

                                                                                                     2016

Il titolo dei 50 euro d’oro Italia è pari a 900.00 ‰.


La moneta ha un diametro di mm 28 e pesa 16,13g di cui 14,53g sono di oro puro.


 bottone3      BOTTONE1 1



DOVE VENDERE O ACQUISTARE QUESTA MONETA

1.png

Chi Siamo

OREGOLD® - Krysos Srl
Via Paolo da Cannobio, 11
20122 MILANO - Italy

Partita Iva: 03211580547
Numero Rea:: MI-2122400
Capitala Sociale: € 120.000 (I.V.)

Aut. Banca d'Italia: N. 5004700
Albo Operatori Professionali in Oro